SUMMER 3373

Giampaolo Dal Pane (Summerfruit): “Il futuro del kiwi italiano si giocherà sempre piu’ oltremare” Stiamo commercializzando il kiwi SUMMER 3373 (noto come Summerkiwi) di produzione cilena. Abbiamo iniziato la raccolta nell’ultima settimana di febbraio 2013 e, al momento i container sono in viaggio per raggiungere le varie destinazioni, in particolare l’Asia (Cina, Corea, Malesia, Giappone). A dichiararlo è Giampaolo Dal Pane dell’azienda italiana Summerfruit, proprietaria in Cile delle imprese “Dal Pane Vivai Chile” e “Los Andes Fruit”.

 

“Produciamo anche in Argentina, Uruguay (pochi volumi) e ancor più limitatamente in Nuova Zelanda. Le quantità più importanti dei nostri kiwi nell’emisfero sud vengono

 

prodotte in Cile.” Giampaolo Dal Pane in Nuova Zelanda.

 

Il trasporto dall’emisfero sud avviene via container, mentre in Europa il prodotto viaggia su gomma. I volumi esportati quest’anno dall’emisfero sud hanno raggiunto circa 230 container, che al momento sono in mare verso le diverse destinazioni. In Italia, invece, la commercializzazione del kiwi Summer è terminata:la campagna si è svolta da settembre a poco prima di Natale, con risultati estremamente interessanti e una remunerazione ai produttori del 15% superiore rispetto alla varietà Hayward, per la merce di I categoria. “Rispetto all’anno scorso  – continua Dal Pane – si è registrato un leggero incremento delle liquidazioni, ma la cosa da sottolineare è che gli acquirenti sono sempre più interessati alla qualità del prodotto. Quando il prodotto non era perfetto, il cliente finale non ha mancato di farcelo notare.” “Sul mercato italiano, la commercializzazione avviene nel canale della Grande distribuzione organizzata; abbiamo inoltre una fortissima presenza in Francia grazie alla nostra filiale francese Summerkiwi France la quale, gestendo il sistema in loco, è presente praticamente in tutte le catene di supermercati francesi. Abbiamo, inoltre, qualche impianto e qualche distributore in Spagna e Portogallo.” Per il momento, lavorando su un mercato di nicchia, Summerfruit non ha subìto riflessi particolarmente negativi dalla crisi economica. “Rispetto al mercato complessivo del kiwi, noi rappresentiamo ancora delle percentuali contenute. Ciò ci consente di affermare che non abbiamo sentito particolarmente la crisi”, sostiene Dal Pane.